giovedì 22 settembre 2011

Aurora australe dallo spazio


Questo video stupefacente dell'Aurora Australe è stato creato da fotogrammi scattati dagli
astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS): è stato montato da una sequenza
di immagini scattate il 17 Settembre 2011 17:22:27-17:45:12 GMT, su un passaggio che saliva dal sud del
Madagascar, a nord dell'Australia sopra l'Oceano Indiano.
Date un'occhiata:


video

lunedì 12 settembre 2011

Nuova specie Devoniana

L'Accademia delle Scienze Naturali ha annunciato la scoperta di una nuova specie di grandi pesci predatori che si aggirava in antichi corsi d'acqua del Nord America durante il Devoniano (da 417 a 354 milioni anni fa). I ricercatori dicono che la creatura probabilmente poteva raggiungere 5 o 6 metri di lunghezza e aveva una testa grande con occhi piccoli e mascelle robuste con denti allineati a cuneo di grandi dimensioni.



I resti fossili della bestia risalenti a 375-milioni di anni sono stati trovati sull'isola di Ellesmere nel
territorio di Nunavut nel remoto Canada Artico. La scoperta del "pesce" (Laccognathus embryi) amplia l'area paleo-geografica dei Laccognathus nel Nord America e conferma il collegamento diretto delle masse nordamericane ed europee durante il Devoniano.

"Questo studio è il culmine di un sacco di lavoro sul campo, in laboratorio e in ufficio", ha detto
il dottor Jason Downs, autore principale dello studio.

"Il nostro team ha raccolto i primi fossili di Laccognathus quasi 10 anni fa, e la collezione è 
cresciuta con ogni campo successivo. La qualità e la quantità di questa collezione continuerà a gettare 
nuova luce su questi animali insoliti".



I ricercatori hanno chiamato la nuova specie Laccognathus embryi in onore del Dr. Ashton Embry,
un geologo canadese il cui lavoro svolto sulle isole artiche ha spianato la strada alle esplorazioni
paleontologiche successive.

domenica 11 settembre 2011

Nuova missione lunare

Oggi sono state lanciate in missione due navicelle spaziali allo lo scopo di studiare la gravità lunare.
La NASA afferma che la Gravity Recovery And Interior Laboratory (GRAAL), che è a capo del progetto, ha la missione di creare una mappa gravitazionale lunare studiando il nostro satellite all'interno con una precisione senza precedenti. 
La missione (chiamata GRAIL) consisterà nel collocare due sonde robotiche che analizzeranno per 9 mesi la luna migliorando le conoscenze tutt'ora scarse sulla sua evoluzione termica dal nucleo fino alla crosta e aiutandoci a capire qual'è la natura e il comportamento di ciò che c'è al di sotto della superficie. Le due sonde viaggeranno in orbita ad una distanza determinata mandandosi continuamente segnali radio permettendo alle variazioni gravitazionali della luna di alterare tale distanza ottenendo così delle misurazioni estremamente accurate.
E' previsto che GRAAL-A raggiunga la luna la notte di capodanno del 2011, mentre GRAAL-B arriverà per il capodanno 2012. 

Potete trovare maggiori informazioni sulla missione sul sito GRAAL, grail.nasa.gov